I lavori delle classi

MASTER UNIVERSITA' CATTOLICA DI BRESCIA "IL VERO PROGRESSO FA RIMA CON NATURA"

Si è svolta, lo scorso 10 giugno 2017, una visita del Parco del Serio da parte degli studenti partecipanti al master universitario organizzato dall’Università Cattolica di Brescia dedicato a “Gestione e comunicazione della sostenibilità Formazione, green jobs, circular economy”.

IL VERO PROGRESSO FA RIMA CON NATURA

La Lombardia è la regione più densamente popolata d’Europa ed è una tra quelle con il più alto consumo di suolo. Solamente una modesta percentuale del suo territorio è coperto da parchi regionali. Uno di questi è il Parco del Serio, che si estende tra le provincie di Bergamo e Cremona, lungo l’omonimo fiume. In tale parco, i delicati equilibri ecologici che sussistono tra ambiente naturale e quello antropizzato sono facilmente visibili. Uno degli elementi caratterizzanti questa realtà sono infatti i fontanili, antiche risorgive che da secoli rappresentano la ricchezza culturale ed economica della zona. Queste strutture sono da sempre state utilizzate dall’uomo per l’approvvigionamento dell’acqua e per l’irrigazione, ma purtroppo negli ultimi anni la loro funzionalità risulta essere sempre più compromessa. Svariate sono le problematiche di deterioramento, le cui principali cause sono legate a fattori come disboscamento, percolazione di nutrienti e prodotti chimici, scarsa sensibilità ambientale, senza contare l’incrementata richiesta d’acqua che ha provocato un continuo prosciugamento delle falde acquifere. Tra gli anni 2007 e 2013, tuttavia, il Programma di Sviluppo Rurale, finanziato dalla Comunità Europea, ha permesso di recuperare i più importanti fontanili del parco, valorizzando di conseguenza la funzionalità degli ecosistemi al suo interno. Ad oggi molte sono le persone che possono godere della ricchezza e della bellezza di quest’area, situata in prossimità del comune di Romano di Lombardia e ben collegata, anche attraverso il servizio di trasporto pubblico, alle città più vicine.

L’ecoturismo in quest’area può davvero risultare un eccellente alleato nel favorire uno sviluppo sano delle comunità locali e per questo l’Ente Parco è costantemente impegnato nel promuovere attività che mirino alla valorizzazione naturale, sociale, culturale ed economica del territorio. Le proposte sono molte e varie e permettono di riscoprire la natura e di viverla in maniera sostenibile. Al fine di conservare tale realtà risulta quindi necessario considerare gli impatti ambientali e le ricadute che l’elemento antropico può apportare sul territorio con ogni singolo intervento.

Per questo motivo al Parco del Serio sono state previste delle misure di compensazione e di mitigazione a seguito della costruzione dell’autostrada BreBeMi e della linea ferroviaria TAV, opere aventi un pesante impatto sul territorio e sul paesaggio. Oltre alla costruzione del centro di ripopolamento delle cicogne, si procederà a breve anche con la piantumazione di nuovi alberi e con il posizionamento di barriere fonoassorbenti. Solo attraverso l’impiego di pratiche sostenibili, infatti, risulterà possibile per le generazioni attuali e future avere accesso a buone risorse in maniera equa e soddisfacente. Grazie esclusivamente all’umiltà, alla consapevolezza ed al rispetto di chi ama la “casa comune”, sarà possibile garantire un futuro all’umanità.

AUTORI (studenti del master in Gestione e comunicazione della sostenibilità):

Eleonora Castelli, Miriam Edelmira Lopez Aguilar, Elena Niero, Claudia Salvi e Michele Stacchini

Scarica qui l’artico completo